Feeds:
Articoli
Commenti

{ È uscita da poco una nuova guida in inglese di Trados Studio, molto completa ed esaustiva, scritta dal collega svedese Mats Dannewitz Linder. La guida in formato PDF è disponibile in due versioni separate, una per Trados Studio 2009 e l’altra per Trados Studio 2011.

La copertina del nuovo manuale di Trados Studio

Chiara e facilmente comprensibile perché scritta da un traduttore, la guida illustra su oltre 300 pagine tutto ciò che serve veramente per sfruttare al meglio il programma. Oltre a fornire descrizioni dettagliate, contiene anche numerosi screenshot e link a risorse esterne, come ad es. le poco conosciute “app” di OpenExchange, che rendono Trados Studio ancora più interessante.

Completa la guida un ricco indice analitico che ci consente di trovare velocemente ciò che stiamo cercando.

La guida può essere ordinata al prezzo di € 34,– ($ 45,–) a questo indirizzo, dove sono reperibili anche ulteriori informazioni.

Stefano

Annunci

{ Segnalato dal collega Claudio Porcellana nel suo gruppo Tricks for translators su LinkedIn, ho scoperto da poco Archivarius 3000, un tool molto veloce e potente per cercare stringhe di testo in numerosi tipi di file presenti sul PC, disponibile in prova per 30 giorni e poi pagando una piccola licenza. Avendo una vasta collezione di glossari e altre risorse nei più svariati formati possibili, ero da tempo alla ricerca di un software come questo, in grado di trovare in pochi istanti quello che mi interessava in questo marasma digitale fatto di PDF, DOC, TXT, PPT, HTML, ZIP e chi più ne ha ne metta.

Il risultato di una ricerca fatta con Archivarius 3000

Archivarius 3000 è veloce perché si basa sul sistema dell’indicizzazione. Un volta installato il programma, bisogna infatti creare i cosiddetti indici, cioè specificare le varie cartelle in cui dovrà essere effettuata la ricerca. Quando si crea un indice, Archivarius 3000 legge tutti i file contenuti nelle cartelle selezionate, ne estrapola i testi e li salva in un file di indice che verrà usato per trovare velocemente ciò che cerchiamo. Oltre all’indice con le cartelle contenenti tutti i glossari che mi interessavano, ho creato ad es. anche un indice con la cartella Projects di Trados Studio, in modo da poter eventualmente estendere la ricerca anche alle memorie di traduzione e ai glossari di altri progetti già tradotti prima (indipendentemente dal CAT in uso).

Finestra Crea un nuovo indice

La praticità degli indici è evidente: le cartelle selezionate vengono lette fisicamente dal programma una volta sola quando viene creato l’indice (velocità di indicizzazione: circa 1 ora per 2GB) e i risultati della ricerca visualizzati immediatamente. Questo sistema ci permette di indicizzare anche il materiale che abbiamo ad es. salvato su un CD o DVD e poi di includerlo nella ricerca senza bisogno di inserire ogni volta il DVD nel lettore. Gli indici creati possono essere aggiornati periodicamente con il comodo Pianificatore integrato.

Archivarius 3000 è potente perché supporta un nutrito numero di file, è in grado di cercare anche nei più popolari file di archivio, riconosce le chiavi di ricerca in 18 diverse lingue e genera automaticamente tutte le forme delle parole. Inserendo ad es. la parola tedesca gleich, Archivarius 3000 cerca anche le forme simili gleiche, gleicher, gleichem, ecc.

Un altro cavallo di battaglia di Archivarius 3000 è la sua facile integrabilità in IntelliWebSearch. Quello che segue è il codice per lanciare una ricerca in modalità frase esatta (con chiave di ricerca tra virgolette) da IWS:

Label=Archivarius3000
Start=C:\Program Files\Archivarius 3000\Archivarius3000.exe
Finish={F3}{Tab 2}@{Enter}
Window Title=Archivarius 3000 (4.53/x64) - Sistema di ricerca
Notes=Advanced Search by Claudio Porcellana
Quotes Off=No
Pluses Off=No
Encoding=UTF-8
Interword Separator=
Case=1
Copy Key=
Cmd before returning=

Per importare il codice in IWS: selezionalo e copialo nella Clipboard, apri la finestra Search settings di IWS e, dal menu Share, seleziona l’opzione Import from clipboard. Nota: il codice è basato sulla versione italiana del programma e sul percorso specificato nel campo Start=.

Caratteristiche principali

  • Ricerca testuale istantanea di documenti ed e-mail in 18 lingue
  • Supporto per LAN (rete locale) e dischi removibili (CD, DVD e altri)
  • Supporto di grandi volumi di documenti ed e-mail
  • Supporto di numerosi formati di documenti (>50)
  • Ricerca nei più comuni file di archivio (>500)
  • Prezzo contenuto

Punti deboli: supporto tecnico che lascia a desiderare e assenza di un forum. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito multilingue del produttore likasoft.com.

Stefano

Volunteer Translation Opportunities

{ “Sehr geehrte Damen und Herren, übersetzt werden müssen aus einer deutschsprachigen Excel-Datei Zielsprache Schwedisch 5000 Wort in der Zielsprache. Allerdings sind nicht mehr als 2 Cent/Wort inkl. Steuern (oder als Hobby) zahlbar. Termin wäre der kommende Montag.”

“Buongiorno, dobbiamo far tradurre un foglio Excel dal tedesco allo svedese per un totale di 5000 parole (lingua di arrivo). Purtroppo non possiamo pagare più di 2 centesimi a parola, IVA inclusa (oppure inquadrato come hobby). Consegna entro lunedì prossimo.”

Nonostante le apparenze, questa non è una barzeletta. È la richiesta di un cliente, finita nella casella postale di un collega traduttore professionista tedesco.

Stefano ha creato e lanciato la pagina Volunteer Translation Opportunities che raccoglie alcuni siti di Associazioni Senza Scopo di Lucro internazionali che sono sempre in cerca di traduttori volontari, cioè persone che traducono per loro gratuitamente, senza chiedere né aspettarsi un compenso in moneta. Stefano e io siamo convinti, insieme a molti altri colleghi vecchi come noi, che tradurre gratuitamente come volontari sia uno dei metodi con cui i giovani di oggi – oppure chi aspira a immettersi nel mercato delle traduzioni come freelance – possono fare pratica e quindi accumulare anche in questo modo l’esperienza necessaria per considerarsi, da un certo punto in poi, professionalmente competenti.

La pagina per le traduzioni volontarie attira ogni giorno moltissimi fan. Ma anche alcuni oppositori. Tra cui chi sostiene che quello che si ha imparato e fatto all’università sia sufficiente per dirsi competenti e chi sostiene che in nessun caso si possa tradurre gratuitamente, perché sempre di lavoro si tratta.

La prima osservazione, che sarebbe sufficiente un diploma o una laurea, non la prendiamo in esame. Chi è convinto di ciò ha i propri motivi per esserlo nonostante sia palesemente in contrasto con il buon senso. I principi su cui si basa la competenza professionale si trovano in giro per internet. Dovrebbero essere insegnati all’università, o meglio ancora, già durante il percorso delle scuole superiori: accumulare conoscenza, esperienza di vita, pratica e attitudini adeguate alla professione.

La seconda osservazione merita, secondo noi, una riflessione più approfondita.

Chi si impegna per associazioni senza scopi di lucro, non desidera essere pagato in moneta. Non lo desidera, perché si ritiene pagato in altri modi. Per il volontario, la realizzazione degli scopi dichiarati dall’associazione stessa, è la prima forma di ricompensa: il miglioramento della società di cui egli stesso fa parte. È una ricompensa di tipo collettivo. La seconda ricompensa, di tipo individuale, è la possibilità di accumulare esperienza di vita e di esperienza pratica lavorativa. In altre parole, nessun volontario sta lavorando gratis: sceglie consapevolmente una ricompensa non monetaria per il proprio lavoro.

La richiesta citata all’inizio di questo articolo non proviene dal mondo del volontariato, ma da quello dei rapporti lavorativi e commerciali tra aziende e professionisti. In tale ambito, il budget messo a disposizione dal cliente è irrealistico. In realtà, il tipo cerca qualcuno che sia disposto a lavorare per lui, per una somma simbolica. Sembra accontentarsi anche di un hobbyista. Come se il lavoro e il tempo dell’hobbyista, e di conseguenza anche il prodotto finale, avessero un valore simbolico.  Che speri di trovare il professionista e non l’hobbyista, nonostante quel prezzo simbolico, è chiaro.  Le espressioni “prezzo tasse incluse”; “consegna lunedì prossimo”; “pago 5000 parole testo finale” (a prescindere quindi dalla quantità realmente da tradurre o tradotta), appartengono tutte al gergo dei traduttori professionisti.

Abbiamo quindi un cliente in cerca di un lavoratore che si accontenti di una cifra simbolica per il lavoro che svolgerà. Che accetti quindi anche di assumersi tutte le responsabilità implicite al fatto stesso di aver accettato una ricompensa in moneta.

Nulla vieta di accettare distorsioni della realtà e manipolazioni piscologiche di questo genere. Si può fare anche in questo caso lo stesso identico ragionamento n° 2 del compenso per il lavoro volontario. Anche il lavoro sottopagato permette di accumulare pratica. Il traduttore che decide di accettare per questo motivo, è pienamente consapevole di regalare il proprio tempo, il proprio ingegno e i propri soldi a un soggetto che lucra sul suo lavoro. È pienamente consapevole anche di assumersi tutte le responsabilità che sono implicite negli accordi commerciali. Non ha nessunissima importanza quanto sborsa un cliente: se sborsa anche 1 solo centesimo, ha il diritto – anche legalmente parlando – di pretendere dal proprio fornitore/collaboratore che costui si assuma tutte le responsabilità per le rogne che deriveranno eventualmente dal lavoro che ha svolto e il prodotto che ha fornito.  Quindi, chi accetta per propria scelta proposte commerciali come quella illustrata qui sopra, sa che si assume delle responsabilità nonostante il prezzo simbolico.

Si può anche scegliere di fare pratica regalando i propri soldi e tempo ad aziende che dimostrano, con i loro budget irrealistici, comportamenti manipolativi e ragionamenti distorti, di non farsi nessun tipo di scrupolo pur di mettere tutto il guadagno, il nostro compreso, nelle loro tasche. Ma è una scelta che non può durare troppo nel tempo, a livello individuale, né troppi la dovrebbero fare. Perché se dura troppo a lungo e troppi individui persistono in questa scelta, il concetto di competenza professionale perde inevitabilmente il suo vero significato e valore umano, sia a livello individuale, sia a livello collettivo.  Gli effetti collaterali devastanti della crisi economica o finanziaria – come la si voglia chiamare – li favoriamo anche noi, se non ci rendiamo consapevoli di questo.

Chi sceglie di investire un po’ del proprio tempo e lavoro a favore di un’associazione di volontariato, oltre ad accumulare esperienza e fare pratica come investimento nel proprio futuro professionale, sa anche che le responsabilità sono molto limitate, proprio perché ha lavorato volontariamente, cioè senza quel prezzo che in un rapporto commerciale trasferisce automaticamente una serie di responsabilità su chi svolge il lavoro per il quale l’altro paga. Ogni investimento costa. Possiamo fare in modo che sia il migliore possibile, sia per noi stessi, sia per la collettività.

Frauke & Stefano

{ Dopo aver sperimentato con successo per un paio di mesi un gruppo di aiuto terminologico per la combinazione specifica italiano-tedesco e dato che diversi iscritti hanno chiesto di fare altrettanto per altre lingue, Stefano e io abbiamo creato alcuni nuovi gruppi di supporto terminologico per le seguenti combinazioni specifiche:

Va da sé che ognuno è libero di iscriversi al gruppo di cui pensa di poter aver bisogno o a cui vuole dare il proprio contributo, anche se lavora con una combinazione diversa.

Nuovi gruppi, nuove regole

Creando i nuovi gruppi, abbiamo sentito l’esigenza di cambiare anche le regole da rispettare. Nelle nuove regole, pubblicate nella sezione Informazioni di ciascun gruppo, abbiamo reso esplicito quello che agli albori di internet e delle mailing list per traduttori professionali era implicito:

  1. Comunica in una delle due lingue del gruppo.
  2. Non sono permesse domande riguardo a traduzioni attive, ossia dalla madrelingua alla lingua straniera. Si fa eccezione per chi si identifica come studente o per il professionista che ha un problema personale e/o privato da risolvere.
  3. Controlla prima se il tuo problema è già stato risolto precedentemente nel gruppo: usa la funzione di ricerca in alto a destra (lente d’ingrandimento).
  4. Indica sempre il contesto in cui si trova il problema da risolvere.
  5. Evita di reagire emotivamente a opinioni diverse dalle tue.
  6. Fare conoscere prodotti o servizi – tuoi e di terzi – che riguardano la nostra professione è normale, fare pubblicità non lo è.
  7. Evita in generale tutti i post che rubano spazio e tempo a chi ha attivato le notifiche del gruppo.

Gli studenti iscritti alle varie pagine per i traduttori professionisti sono numerosi. Che siano consapevoli di muoversi in un ambiente professionale il cui livello qualitativo, durante gli ultimi dieci anni, si è abbassato notevolmente a causa di vari fattori. Nonostante ci sia e ci sarà sempre un mercato per ogni livello e ogni prezzo, invitiamo tutti – studenti e professionisti – a impegnarsi in questi gruppi per interrompere il processo di svuotamento del concetto di competenza professionale tipico di questo periodo storico. Iniziamo di nuovo ad arricchire questo terreno impoverito affinché non sia più oggetto di deprezzamenti di ogni sorta. Proviamoci, almeno.

Stefano & Frauke

{ Per i più giovani, ecco qualche info su possibili tirocini e borse per l’estero pubblicate poco fa dalla collega Pamela Brizzola sulla mailing list Langit.

Parlamento Europeo

  1. PRESTITO D’ONORE DEL FONDO STUDENTI ITALIANI: assistenza finanziaria sotto forma di “prestito d’onore” riservata ai laureati che desiderano iniziare o proseguire gli studi per il conseguimento di 1 Master o di un Ph.D. presso Università degli USA. Tra i requisiti: cittadinanza e residenza italiana, laurea, età massima 35 anni, ottimo CV, ottima conoscenza dell’inglese (comprovata dal TOEFL), piano di studi/ricerca per il corso prescelto, ammissione all’università americana o domanda in corso. Scadenza: 10 Maggio 2012. Informazioni su: www.fondostudentiitaliani.it
  2. TIROCINI presso il PARLAMENTO EUROPEO (opzione generale, opzione giornalismo e x traduttori): riservati generalmente a laureati con buona conoscenza di inglese/francese/tedesco ed elaborazione di un lavoro scritto/pubblicazione sulla UE. Scadenza: 15 Maggio 2012.
    Informazioni su: www.europarl.europa.eu (link Tutto sul Parlamento – Lavorare al Parlamento – Tirocini).
  3. TIROCINI PRESSO LA DELEGAZIONE DELLA COMMISSIONE EUROPEA IN USA (WASHINGTON): tirocini in vari settori-Amministrazione, Salute, Ambiente, Commercio, Agricoltura, Economia, etc- riservati a studenti universitari e laureati recenti con esperienza nei rispettivi ambiti, conoscenza della UE, conoscenza dell’inglese. Scadenza: 15 Maggio 2012.
    Informazioni su: www.eurunion.org
  4. PERSONALE IN SPAGNA CON SHEFFIELD CENTRE: cerca direttori e vice direttori, accompagnatori, animatori, medici iscritti all’albo, infiermieri professionali, assistenti per diversamente abili per lavoro estivo presso centri vacanze. Requisiti: età minima 23 anni, diploma, disponibilità minima di 15 giorni, conoscenza di una o più lingue straniere, esperienza di lavoro. Scadenza: 15 Maggio 2012. (FONTE EUROCULTURA)
    Informazioni su: www.sheffieldinpdap.it

Buon fine settimana!

{ Google Translate fa un bilancio dei suoi primi 11 anni di vita. In un interessante articolo pubblicato alcuni giorni fa da Franz Och, uno dei principali artefici del traduttore automatico più famoso e criticato del mondo, vengono snocciolati alcuni dati:

  • Nel 2001 erano disponibili otto lingue, oggi sono 64
  • La qualità dei testi tradotti è nettamente aumentata
  • Gli utenti attivi sono 200 milioni al mese
  • Ogni giorno viene tradotto quello che i traduttori professionisti traducono in un anno
  • L’uso dell’applicazione mobile è quadruplicata rispetto all’anno scorso

Lo stesso Orch ammette che per i testi di una certa qualità, quella del traduttore professionista è e sarà sempre una figura chiave:

We believe that as machine translation encourages people to speak their own languages more and carry on more global conversations, translation experts will be more crucial than ever.

Prossimo obiettivo di Google Translate: abbattere le barriere linguistiche entro sei anni. Ce la farà?

Stefano

{ È di alcuni giorni fa la notizia che la Commissione europea Directorate-General for Translation ha rilasciato una nuova versione aggiornata della sua Translation Memory of the Acquis Communautaire (DGT-TM). L’acquis comunitario, cioè l’insieme dei diritti e degli obblighi giuridici e degli obiettivi politici che accomunano e vincolano gli stati membri dell’Unione Europea, comprende:

  • i principi, gli obiettivi politici e ciò che è disposto dai trattati e la legislazione applicativa degli stessi;
  • la giurisprudenza della Corte di giustizia europea;
  • le dichiarazioni e le risoluzioni adottate nell’Unione;
  • gli atti riguardanti la giustizia e gli affari interni;
  • gli atti inerenti alla politica estera e di sicurezza comune;
  • gli accordi internazionali fatti dalla Comunità e quelli conclusi dagli Stati membri tra essi nei settori di competenza dell’Unione.

Questo impressionante corpus di translation unit nelle 22 lingue ufficiali dell’Unione Europea è ora disponibile in una release aggiornata, nella quale sono confluiti anche tutti i dati dal 2004 al 2010. L’intera raccolta può essere scaricata gratuitamente da questa pagina (punto 7 Download the DGT Translation Memory), dove sono contenute anche tutte le necessarie informazioni.

Ecco una breve guida in italiano:

Per convertire questa TM in formato TMX e importarla nel nostro strumento CAT preferito, è necessario scaricare dalla stessa pagina, oltre ai file ZIP dei dati, anche l’apposito programma TMXtract e la relativa libreria a collegamento dinamico (file DLL). Il programma di estrazione ci consente di creare una translation memory bilingue per la o le nostre combinazioni di lavoro.

Una volta scaricato tutto il materiale (i 25 file dei dati DGT-TM-2011, il file TMXtract.exe e il file swt-win32-3218.dll), è necessario spostarlo in un’unica cartella. I file dei dati non devono essere decompressi, perché il programma di estrazione accede direttamente agli ZIP. Lanciando il file TMXtract.exe, si apre questa finestra:

La finestra di TMXtract
Procedere in questo ordine:

  1. Selezionare i file source (i 25 file ZIP DGT-TM-2011 scaricati)
  2. Specificare il file di destinazione in cui verrà salvata la TM
  3. Selezionare la lingua source della nuova TM
  4. Selezionare la lingua target della nuova TM
  5. Controllare che tutte le impostazioni siano corrette e fare clic su Start

A questo punto, il file estratto in formato TMX può essere importato in una nuova TM creata ad hoc. ATTENZIONE: vista l’enorme mole di dati, il processo di importazione nello strumento CAT può durare svariate ore!

Maggiori informazioni in inglese sono reperibili in questa pagina. Sul sito del collega Bruno Ciola è possibile scaricare una serie di file TMX già estratti e di dizionari Autosuggest (per Trados Studio). I dati contenuti in questi file sono quelli della vecchia release DGT-TM-2007, ma possono servire p.es. per fare qualche prova prima di scaricare tutto il malloppo aggiornato da 2GB. Disponibile anche un articolo dettagliato con istruzioni passo-passo in tedesco.

Stefano

Fonte acquis comunitario: Wikipedia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: