Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘parlamento europeo’ Category

{ Segnalo al volo un articolo pubblicato ieri sul blog della Terminology Coordination Unit dell’UE, in cui si annunciano nuovi widget e add-on del browser per accedere ancora più rapidamente al database terminologico IATE.

Access IATE Public

Leggi l’articolo completo per maggiori informazioni.

Stefano

Annunci

Read Full Post »

{ È di alcuni giorni fa la notizia che la Commissione europea Directorate-General for Translation ha rilasciato una nuova versione aggiornata della sua Translation Memory of the Acquis Communautaire (DGT-TM). L’acquis comunitario, cioè l’insieme dei diritti e degli obblighi giuridici e degli obiettivi politici che accomunano e vincolano gli stati membri dell’Unione Europea, comprende:

  • i principi, gli obiettivi politici e ciò che è disposto dai trattati e la legislazione applicativa degli stessi;
  • la giurisprudenza della Corte di giustizia europea;
  • le dichiarazioni e le risoluzioni adottate nell’Unione;
  • gli atti riguardanti la giustizia e gli affari interni;
  • gli atti inerenti alla politica estera e di sicurezza comune;
  • gli accordi internazionali fatti dalla Comunità e quelli conclusi dagli Stati membri tra essi nei settori di competenza dell’Unione.

Questo impressionante corpus di translation unit nelle 22 lingue ufficiali dell’Unione Europea è ora disponibile in una release aggiornata, nella quale sono confluiti anche tutti i dati dal 2004 al 2010. L’intera raccolta può essere scaricata gratuitamente da questa pagina (punto 7 Download the DGT Translation Memory), dove sono contenute anche tutte le necessarie informazioni.

Ecco una breve guida in italiano:

Per convertire questa TM in formato TMX e importarla nel nostro strumento CAT preferito, è necessario scaricare dalla stessa pagina, oltre ai file ZIP dei dati, anche l’apposito programma TMXtract e la relativa libreria a collegamento dinamico (file DLL). Il programma di estrazione ci consente di creare una translation memory bilingue per la o le nostre combinazioni di lavoro.

Una volta scaricato tutto il materiale (i 25 file dei dati DGT-TM-2011, il file TMXtract.exe e il file swt-win32-3218.dll), è necessario spostarlo in un’unica cartella. I file dei dati non devono essere decompressi, perché il programma di estrazione accede direttamente agli ZIP. Lanciando il file TMXtract.exe, si apre questa finestra:

La finestra di TMXtract
Procedere in questo ordine:

  1. Selezionare i file source (i 25 file ZIP DGT-TM-2011 scaricati)
  2. Specificare il file di destinazione in cui verrà salvata la TM
  3. Selezionare la lingua source della nuova TM
  4. Selezionare la lingua target della nuova TM
  5. Controllare che tutte le impostazioni siano corrette e fare clic su Start

A questo punto, il file estratto in formato TMX può essere importato in una nuova TM creata ad hoc. ATTENZIONE: vista l’enorme mole di dati, il processo di importazione nello strumento CAT può durare svariate ore!

Maggiori informazioni in inglese sono reperibili in questa pagina. Sul sito del collega Bruno Ciola è possibile scaricare una serie di file TMX già estratti e di dizionari Autosuggest (per Trados Studio). I dati contenuti in questi file sono quelli della vecchia release DGT-TM-2007, ma possono servire p.es. per fare qualche prova prima di scaricare tutto il malloppo aggiornato da 2GB. Disponibile anche un articolo dettagliato con istruzioni passo-passo in tedesco.

Stefano

Fonte acquis comunitario: Wikipedia

Read Full Post »

{ Qual’è l’iter per chi da laureato in lingue vuole diventare traduttore?

Altre fonti: k-kommunika

Appena laureati andrei a fare qualunque cosa (letteralmente) tranne che tradurre come libero professionista. Provare per credere: qualunque esperienza, di vita o di lavoro, contribuisce alla consapevolezza di cui ha bisogno un traduttore per porsi anche come imprenditore di se stesso e per non incappare in errori di traduzione per mancanza di esperienza (di vita!!!).

L’unico posto dove andrei di volata se fossi appena laureata e mi ci prendessero, è il Parlamento Europeo. Lì sì che si fa esperienza – uno – e -due- essere accettati tra i traduttori del parlamento, significa crearsi una marcia in più rispetto ad altri direttamente in partenza.

 
Porre il sogno nel cassetto e coltivarlo: leggendo, viaggiando, seguendo i traduttori professionisti in internet, sulle loro liste e forum. Se capita un’occasione, ricordarsi che bisogna SEMPRE chiedere un prezzo da professionista, anche se non lo si è ancora in realtà. Bisogna farsi poi aiutare (= correggere) da un esperto, pagandolo. Ovviamente bisogna informare di questo il proprio "cliente" anche se "cliente" non lo si può ancora chiamare.

Porre mille domande al "cliente": a cosa gli serve esattamente quella traduzione. Valutare se è il caso di indirizzarlo ad un professionista o no. Non accettare occasioni "perché è l’unico modo per farmi esperienza". Occasioni si, ma con prudenza. Sempre sentire l’opinione di un esperto prima di dare risposte. I clienti si ricordano più facilmente di chi ha dato un buon consiglio (= fatto gli affari "loro") che non di chi si è "barcamenato" pur di farlo da se.

In giro per internet, oltre a su questa pagina, ne troverete molti, di professionisti con una decina di anni di esperienza. Sentitevi liberi di leggere i loro profili, di leggere loro e di chiedere loro direttamente dei consigli quando ne avete bisogno nella pratica.
L’ostacolo principale, percepito come tale dalla maggioranza delle persone che vengono da studi linguistici, è "l’impresa" del libero professionista, che va progettata e programmata come qualunque altra. Per la quale vanno fatti investimenti di ogni tipo: soprattutto quello di "vivere" prima di buttarsi nell’avventura di chi da solo, deve imparare a trattare con i clienti in modo tale da guadagnarsi più che decentemente da vivere. Perché questo è lo scopo: guadagnarsi, da soli, il pane quotidiano e quello futuro.

Frauke

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: